Marketing di tendenza: Che cos’è veramente il ”Multi-Channel Integration”?

Pubblicato il: 2 gennaio 2014

I collaboratori del settore marketing della Legler hanno preso minuziosamente in esame questo argomento e hanno predisposto una ricerca dettagliata su cosa si nasconde dietro questo concetto.

Prima di tutto è chiaro che non esiste questa definizione nella nostra letteratura. L’esperta di marketing Yvette Schwerdt, conosciuta dall’uno o dall’altro attraverso la Global Toy Conference presso la Fiera del giocattolo di Norimberga, si esprime così: “ il termine Multi-Channel Integration” è il concetto generico delle tre fasi di sviluppo Multi-Channel Retailing, Cross-Channel Retailing e Omni-Channel Retailing”

Il Multi-Channel Integration non è altro che la combinazione delle tre strategie di marketing sopra elencate.

 

Cosa significa per il commerciante del settore giocattoli?

Prima fase: Multi-Channel Retailing

La prima fase di sviluppo, la Multi-Channel Retailing, significa che la vendita diretta al consumatore finale, viene eseguita attraverso due o più canali di vendita coordinati e susseguenti.

Esempio: Un commerciante di giocattoli conduce un negozio al dettaglio e insieme anche un negozio on-line o vende insieme a questi anche attraverso un catalogo. Il cliente può acquistare o attraverso il negozio on-line, o nel negozio al dettaglio o sul catalogo. Uno dei casi più diffusi è l’informazione data nel negozio e in seguito l’ordine del prodotto on-line.

È decisivo che i diversi canali di vendita per esempio, il negozio al dettaglio e quello on-line, debbano essere all’unisono sincronizzati, questo vuol dire che non ci sarà alcuna differenza nei prezzi, le offerte saranno concettualmente identiche e la giacenza di magazzino verrà contemporaneamente attualizzata. I sistemi tecnici che sono introdotti nei suddetti canali, sono tuttavia separati l’uno dall’altro.

multi_channel_retailing_IT

 

 

Seconda fase: Cross-Channel Retailing

La seconda fase di sviluppo non è altro che un’ulteriore evoluzione della Multi-Channel Retailing. Qui vengono abbinati i diversi canali di vendita. Ciò significa che i clienti possono cambiare i suddetti canali anche durante il processo di acquisto.

Esempio: Un cliente ordina un prodotto presso un negozio on-line e ritira l’articolo il giorno dopo presso il negozio al dettaglio.

Anche qui, come per il Multi-Channel Retailing i sistemi tecnici che sono introdotti nei suddetti canali, sono tuttavia separati ma comunque coordinati l’uno dall’altro.

crossi_channel_retailing_IT

 

 

Terza fase: Omni-Channel Retailing

La terza fase di sviluppo è la ciliegina sulla torta delle strategie di marketing. Tutti i canali di vendita offerti vengono a fondersi reciprocamente nell`Omni-Channel Retailing. Tutti i clienti e i dati degli articoli (come per es. le giacenze di magazzino) sono centralizzati e vengono elaborati in un sistema tecnico.

I clienti hanno in questo modo, è uguale quale canale di vendita viene utilizzato, la possibilità di avere un processo di acquisto personalizzato, e anche l’accesso non solo all’assortimento totale, anche qui è uguale quale canale di vendita viene utilizzato, ma anche alla quantità complessiva.

Esempio: Un cliente ordina con il suo smartphone un prodotto presso un negozio on-line e ritira l’articolo il giorno dopo dal negozio al dettaglio. Al ritiro della merce, il cliente approfitta per fare un cambio di un prodotto che ha acquistato da poco nel negozio on-line. La fattura è stata già pagata tramite il metodo Paypal. La nota di accredito viene fatta al momento, in negozio.

In negozio un cartellone pubblicitario attira l’attenzione del cliente e decide di acquistare anche il prodotto pubblicizzato, pagandolo con la sua nota di accredito. Purtroppo quel giorno il prodotto non è disponibile, ma in negozio, con il computer è possibile fare l’ordine, pagare con la nota di accredito e ricevere la merce direttamente a casa.

omni_channel_retailing_IT

 

 

È chiaro che nel processo Omni-Channel Retailing, i clienti finali sono in grado di poter usare tutti i canali di vendita con offerte identiche e parallele. Il cliente finale può scegliere spontaneamente e individualmente quale canale vuole usare oggi e può allo stesso tempo attraverso tutti i canali, acquistare/reclamare/partecipare a campagne pubblicitarie. 

Lascia un messaggio

Il suo indirizzo mail non verrà reso pubblico.