30 anni di Legler: qualità – marche forti – più successo!

Pubblicato il: 6 agosto 2018

30 anni fa Holger e Ingo Legler fondarono un’azienda specializzata nel commercio di articoli promozionali ed articoli regalo in legno: era nata così Legler oHG. Nel 1988 non ci si immaginava ancora che Legler sarebbe diventata un giorno uno dei maggiori produttori e commercianti di giocattoli in legno in Germania. Tuttavia, grazie al grande impegno personale, l’amore e la passione per il legno come prodotto naturale ed una costante attenzione ai clienti rivenditori, l’azienda è gradualmente diventata il partner affidabile che oggi avete al vostro fianco: con oltre 3.000 prodotti, una coerente politica di qualità e sicurezza ed un’elevata qualità del servizio, l’azienda Legler rappresenta uno dei fornitori di giocattoli in legno più affermati in Germania.

Intervista a Holger e Ingo Legler ed a André Eichinger per il 30 anniversario di Legler OHG.

LNT: caro Signor Legler, quest’anno la Sua azienda festeggia il suo 30° anniversario. Come si sente?

Holger Legler: 30 anni corrispondono ad un periodo molto lungo e siamo molto orgogliosi di quello che abbiamo raggiunto finora. I nostri giocattoli hanno accompagnato un’intera generazione. Molti bambini che un tempo giocavano con un giocattolo di legno Legler, sono da poco diventati genitori. Si pone ora un quesito: in che misura i nostri giocattoli in legno hanno influenzato i bambini di allora e quali requisiti devono soddisfare oggi gli stessi giocattoli in legno per ispirare le generazioni future?

LNT: dopo tanto tempo, ci si abbandona certamente ad una certa nostalgia. Come è iniziato tutto, ed in particolare cosa vi ha portato alla scelta di approdare nel settore del giocattolo?

Holger Legler: è successo tutto per caso. Originariamente vendevamo articoli promozionali in legno. Eravamo quindi attivi nel settore del legno fin dall’inizio. A partire dagli anni ’90 abbiamo voluto ricercare più in profondità quali possibilità poteva offrici il legno e dove poteva essere impiegato in maniera più vantaggiosa. E quando un giorno ci è capitato di vedere una bambina giocare con un giocattolo di legno in un negozio di giocattoli, abbiamo capito che era proprio questo quello che cercavamo: giocattoli per bambini in legno.

Ingo Legler: abbiamo cominciato fin da subito ad esplorare il campo e al contempo a coinvolgere i nostri clienti. Questo perchè al tempo con i nostri articoli promozionali rifornivamo anche le banche, che in occasione della giornata del risparmio spedivano ogni anno omaggi a molte famiglie e bambini. Ci siamo dunque chiesti, perchè non rendere un articolo promozionale allo stesso tempo anche un giocattolo?

LNT: dunque è stato questo, per così dire, l’atto di nascita del primo giocattolo dell‘assortimento?

Ingo Legler: Esattamente. Abbiamo avuto l’idea di sviluppare piccoli veicoli. Piccoli camion, furgoni, container. Tutto in legno naturale e delle dimensioni adatte ai bambini. Fondamentalmente proprio come nel caso della bambina che avevamo osservato in quel negozio di giocattoli. L’iniziativa fu un vero successo: tutti i bambini giocavano con i nostri prodotti in quella giornata. Era sorprendente vedere quanto successo avesse il legno come giocattolo. Normalmente i nostri articoli asservivano solo alla funzione di articoli promozionali o decorativi mentre questa esperienza ha rappresentato una vera svolta. Da quel momento abbiamo smesso di lavorare a fini pubblicitari e ci siamo invece concentrati sul mondo infantile. Anche i negozi erano eintusiasti all’idea e volevano i nostri giocattoli in legno. Ad un certo punto abbiamo quindi deciso di offrire oltre a giocattoli in legno naturale anche giocattoli in legno colorato e, da quel momento in poi, il nostro assortimento è cresciuto a ritmi costanti e attualmente i bambini di tutta l‘Europa giocano con i nostri giocattoli in legno.

LNT: Come accennava, il giocattolo in legno soddisfa ai giorni nostri pretese diverse rispetto a 30 anni fa‘. Quali sono queste differenze?

Holger Legler: Per far fronte all’alta richiesta di giocattoli in legno, è necessario prendere consapevolezza del fatto che i giocattoli in legno non si limitano ad assolvere alla funzione di mero giocattolo. I nostri articoli per neonati, ad esempio, sono i primi giocattoli che i neonati prendono in mano. Per questa ragione non è solo importante che i piccoli si divertano a giocarci, ma è ancora più importante che il giocattolo sia sicuro e stimoli le facoltà motorie. A questo proposito, abbiamo la premura da un lato di certificare tramite certificazione TÜV-RHEINLAND i nostri prodotti della serie per neonati Lotta, Lex e Ludwig e, dall’altro, lavoriamo allo sviluppo del prodotto secondo un approccio pedagogico. In tal modo siamo in grado supportare in modo mirato i progressi durante la crescita di neonati e bambini piccoli. È una filosofia molto apprezzata dalle famiglie e che negli ultimi 30 anni si è affermata sul mercato sempre di più come filosofia di riferimento, quella che vede i giocattoli in legno soddisfare sempre di più determinati requisiti didattici.

LNT: I giocattoli in legno hanno da sempre un certo fascino . C’è anche qualcosa che è rimasto immutato negli ultimi 30 anni e può essere venduto con successo anche oggi così come allora?

Holger Legler: il legno è un materiale che può prendere innumerevoli forme. Tutto ciò che si può costruire e creare ha conservato lo stesso fascino di un tempo. Per esempio, i nostri mattoncini da costruzione in legno, un classico che conosciamo tutti, rappresentano un prodotto semplice che lascia ai bambini estrema libertà nello sbizzarrirsi a costruire. Lo stesso lo si può dire delle piste di biglie assemblabili secondo diverse combinazioni. Questo genere di prodotti sono di norma molto amati.

André Eichinger: Dalla richiesta si evince anche come i giochi di sistema siano popolari come un tempo, poiché permettono ai bambini di creare i propri mondi. Chi non conosce i trenini in legno, le cui rotaie possono essere combinate a piacere a seconda della voglia del momento. Anche oggi sono apprezzatissimi. Ed è proprio da qui che siamo partiti lo scorso anno per lanciare sul mercato con il marchio small foot world una linea di costruzioni compatibili con i classici trenini in legno. Dai pompieri alla stazione di polizia e alla fattoria, la domanda è stata fin da principio altissima. Molti genitori hanno lasciato il loro trenino in legno in eredità ai propri bambini per poi estenderlo con small foot World. Questo genere di prodotto è amato oggi esattamente come un tempo e non passerà mai di moda.

LNT: Negli ultimi 20 anni la digitalizzazione ha preso sempre più piede. Le persone si confrontano in autonomia con innumerevoli giocattoli in internet. Come si posiziona oggi il giocattolo in legno nel mondo digitale?

André Eichinger: È proprio così. La digitalizzazione ha esponenzializzato lo scambio di informazioni sui giocattoli: non è mai stato così facile come adesso informarsi sulla qualità e l’utilizzo pedagogico di un prodotto o semplicemente ordinare i prodotti in rete. Tuttavia la domanda di giocattoli in legno non è minacciata dalla digitalizzazione o dai prodotti digitali e questo ha a che fare con la fascia d’età. Il giocattolo in legno si rivolge ai bambini nella fase di apprendimento precedente, in particolare quella che va´ dalla nascita fino all’età prescolare. I prodotti digitali allo stesso tempo diventano sempre più importanti in età prescolare, poichè come il tablet facilitano l’apprendimento. Completamente diversa è invece la questione nel commercio. In questo caso la digitalizzazione ha profondamente modificato nel mercato sia la fase di acquisto che di vendita. Già da 14 anni ci siamo allineati con questa tendenza e abbiamo digitalizzato con il nostro shop online la compravendita nazionale dei nostri prodotti. Oggi siamo presenti in tutta Europa e quasi la metà dei nostri clienti si interfaccia con noi tramite Smartphone. Questo dimostra un evidente potenziale di sviluppo in senso commerciale, ma la dice lunga anche sui canali comunicativi attraverso i quali le persone si informano.

LNT: La digitalizzazione giocherà quindi anche nel vostro caso un ruolo sempre più importante?

André Eichinger: Decisamente. La svolta tecnologica è in pieno regime. Intravediamo una grande opportunità nei canali digitali per avvicinare i nostri marchi ai nostri clienti finali e al contempo rafforzare il rapporto con i nostri partenr commerciali.

In particolare, una comunicazione diretta con le famiglie è per noi estremamente importante. Desideriamo sapere da quest’ultime le proprie preferenze, ma anche chiarire attivamente cosa può offrrire dal punto di vista didattico un giocattolo in legno. C’è molta conoscenza da condividere in quanto specialisti di giocattoli in legno e vi sono sempre anche molte domande a cui abbiamo il piacere di rispondere. La sfida digitale ci offre in questo modo tutte le possibilità che potremmo desiderare.

LNT: Ancora una domanda per finire. Avete un marchio proprio, la marca small foot. Mi è capitato di sentire che c’è una bella storia da raccontare legata a tal proposito.

Ingo Legler: Si, è proprio così. Il logo del nostro marchio small foot è l’impronta del piede di mia figlia. È nata nel 2012 e l’impronta fu‘ presa nelle prime ore di vita. Più o meno nello stesso periodo, ci venne chiesto dal dipartimento design se volessivo personalizzare i nostri prodotti con un simbolo che permettesse un più facile riconoscimento del marchio. Holger si recò quindi un giorno con l’immagine dell’impronta dal designer dei nostri prodotti e gli chiese cosa ne pensasse di utilizzarla come logo per il marchio. Questi ne fu`entusiasta e da quel momento abbiamo quel logo per quasi tutti i prodotti del nostro assortimento.

LNT: Grazie mille per l’interessante intervista.

Lascia un messaggio

Il suo indirizzo mail non verrà reso pubblico.